WHAT’S NORLEVO?

Norlevo e le verità nascoste

Perché proprio questo titolo molto cinematografico?

Perché in Italia si sta verificando quella che nessuno forse mai avrebbe immaginato, ovvero lo stravolgimento delle verità scientifiche per un mero interesse economico ed egoistico.

La questione Norlevo, è un palese esempio di violazione dei principi biologici che da sempre e per sempre regolano la vita di ogni essere vivente e andare contro questi principi inviolabili è pura utopia ed ipocrisia.
A distanza di un anno e mezzo dalla sua commercializzazione, la questione riguardante gli aggettivi che distinguono tale farmaco è ancora aperta; vedremo quindi di rispondere a tutti gli escamotage che la comunità medica che appoggia il “miracoloso” farmaco, cerca a tutti i costi di imporre ai media.

QUALI SONO ALLORA LE DIFFERENZE FRA LA PILLOLA ANTICONCEZIONALE E QUELLA DEL GIORNO DOPO ?

Entrambe hanno una componente ormonale ma di differente derivazione e soprattutto di diverso dosaggio.
La prima serve a regolare la distribuzione ormonale del metabolismo là dove si verifichino scompensi, oltre ad agire impedendo l’ovulazione, ovvero il periodo di massima fertilità per la donna.
Teoricamente questo farmaco potrebbe essere condannabile perché comunque non consente un’eventuale nascita, ma il suo scopo non è solamente quello.
E’ vero, il corpo umano è una macchina perfetta ma talvolta richiede qualche piccolo “intervento”, come nel caso della pillola anticoncezionale; capita in fatti a volte che la donna non abbia un perfetto ciclo mestruale e di conseguenza deve sottoporsi ad una cura ormonale, costituita appunto dalla pillola.
Ma anche la tanto fastidiosa quanto antiestetica l’acne cutanea viene curata con lo stesso farmaco perché sempre dipendente da una carenza ormonale che solo con l’aggiunta di un determinato quantitativo, viene risolto uno delle patologie che maggiormente colpisce le adolescenti.
Ho parlato di dosaggio; la pillola anticoncezionale ha, singolarmente, un quantitativo bassissimo di ormoni perché l’assunzione è quotidiana per tutta la durata del normale ciclo uterino.
Non solo, ma esistono differenti tipi di pillole, monofasiche, bifasiche, trifasiche proprio per venire incontro alle differenti reazioni che il metabolismo può dare.

Il Norlevo invece è costituito da due compresse di 750 mcg l’una che devono essere assunte entro e non oltre le 72 ore dal rapporto a rischio.

Cosa significa? Significa assumere, sia che abbia avuto luogo fecondazione, sia che non ci sia stata, una quantità ormonale trenta volte superiore a quella che si assume con la pillola anticoncezionale.
Ciò corrisponde ad una vera e propria bombardata ormonale non fisiologica al metabolismo umano che molte volte non sopporta e provoca così consistenti perdite ematiche a livello vaginale.

Ho più volte citato l’aggettivo “eventuale” non casualmente ma perché, proprio questo termine viene utilizzato da tutti coloro che cercano, invano, di trovare un senso all’assunzione del Norlevo.

“Il farmaco blocca l’annidamento in utero in seguito ad “un’eventuale” fecondazione.

Ma come, mi domando, si assume così un farmaco, senza sapere cosa possa provocare ?
A quanto pare si perché la vendita del Norlevo, e conseguentemente la prescrizione da parte di certi medici, esautora da qualsiasi responsabilità e problema di coscienza, l’ignara donna che, per sicurezza, assume un medicinale a base di ormoni che in tutti i casi può provocare danni di varia natura, a seconda della risposta metabolica.

Può apparire un’assurdità, ma questa è la realtà dopo ben 18 mesi di vendita del Norlevo.
E l’aspetto più atroce è sentir parlare certo medici che caldeggiano questo farmaco perché consente di prevenire quello che potrebbe essere un vero e proprio aborto chirurgico.

Ecco in cosa consiste la vera ipocrisia e la sempre più tangibile perdita di valori.

QUALI SONO GLI AGGETTIVI CHE DESCRIVONO LA ATTIVITÀ DEL NORLEVO ?

Anticoncezionale d’emergenza e antinidatorio.
All’apparenza sembrano due banali ed innocui aggettivi ma è proprio qui che si celano le verità più atroci.

Anticoncezionale d’emergenza, è quasi comico nel suo genere, ma vediamo di analizzare le due parole che lo compongono.
Anticoncezionale è veritiero perché non permette, in caso di fecondazione, la nascita di una nuova Vita ma è categoricamente sbagliato annoverarlo in questa categoria perché il principio attivo, sempre a base di ormoni come la vera e propria pillola anticoncezionale, agisce in maniera completamente differente.
La pillola anticoncezionale, a base di estrogeni (ormoni) in quantità modulata per la somministrazione durante il ciclo uterino, blocca l’ovulazione, ovvero la produzione dell’uovo, quello che potrebbe essere fecondato in caso di raggiungimento da parte di uno spermatozoo.

La pillola del giorno dopo invece è a base di progestinico, un ormone molto più potente, e blocca l’annidamento in utero della morula (da qui ecco spiegato il secondo aggettivo, antinidatorio), provocando quindi un aborto chimico.
In sostanza agisce proprio durante quel piccolo viaggio che la morula compie nei giorni successivi alla fecondazione per andarsi a posizionare in quella che sarà l’abitazione durante la gravidanza materna.

Ma attenzione: definendo il Norlevo come anticoncezionale d’emergenza, cosa si intende con emergenza? Quali sono? Come si manifestano? Quando poterlo assumere? A queste domande non ha ancora risposto nessuno, ma ci proviamo noi, in base ai continui racconti che vengono fatti da giovani ragazze che ne fanno un largo e spregiudicato consumo, dal momento che non sono a conoscenza del reale effetto che esso provoca.

WHAT’S NORLEVO?ultima modifica: 2008-06-21T16:30:54+02:00da gg474
Reposta per primo quest’articolo